Nessun prodotto selezionato

LA FOGLIA ORO MANETTI PER LA MOSTRA DI MICHEL COMTE A PARMA.

La foglia oro nell’arte neoclassica.

Giusto Manetti Battiloro, leader nella produzione della foglia oro da oltre 14 generazioni e sensibile alle applicazioni dell’oro in foglia nei diversi campi artistici, contribuisce con entusiasmo alla mostra di Gianfranco Ferré e Michel Comte dal titolo “ Ferré e Comte/ Dettagli – Grandi interpreti tra moda e Arte” che si terrà a Parma dal 30 settembre 2016 al 15 gennaio 2017.


La mostra si strutturerà in due parti: il primo piano sarà interamente dedicato all’esposizione “Gianfranco Ferré e Maria Luigia: inattese assonanze” a cura di Gloria Bianchino e Alberto Nodolini in collaborazione con la fondazione Gianfranco Ferré.

Il secondo piano invece ospiterà le installazioni di Michel Comte per la mostra “Neoclassic”, curata da Jens Remes in collaborazione con Alberto Nodolini e Anna Tavani.

Nella mostra di Michel Comte le emozioni del passato sono reinterpretate da uno dei più prestigiosi fotografi contemporanei. Comte racconta, attraverso sculture, luci e immagini fotografiche la sua visione dell’arte neoclassica. Nelle sue opere trasmette la sua riflessione ideologica secondo cui la bellezza artistica non potrà mai andare in frantumi, poiché rimane al di là di ogni ideologia. In questo contesto l’oro in foglia di Giusto Manetti Battiloro viene impiegato sia per una decorazione artistica temporanea “d’impatto” del volto del monumento posto di fronte all’ingresso del palazzo del Governatore, ma soprattutto in due installazioni dell’artista che, formatosi in gioventù come doratore, la utilizza per enfatizzare il messaggio delle proprie opere.

Il primo piano è invece interamente dedicato alla mostra di Gianfranco Ferré dal titolo “Gianfranco Ferré e Maria Luigia: inattese assonanze”. Una mostra che pone un’attenzione particolare ai dettagli. Una selezione di 60 capi delle collezioni di Alta Moda e i relativi bozzetti preparatori permettono di addentrarsi nella storia del costume e rivivere i tempi del Neoclassicismo, in particolare della duchessa Maria Luigia Lorena D’Asburgo, da sempre amante degli arredi sontuosi, dei bronzi dorati e dello stile Impero.

Attraverso la creazione di sculture di luce e di oggetti che collegano alla storia dell’arte neoclassica, Comte ha realizzato un’analisi personale dello stile e del tempo neoclassico, cercando di rievocare la bellezza dei pezzi sopravvissuti.

Un’occasione da non perdere per visitare la mostra, che chiuderà i battenti il 15 gennaio 2017.


Inaugurazione mostra Michel Comte FerreInaugurazione-mostra-Michel-Comte-Ferre


security-shield-lock-128

Informativa Cookie

Continuando a navigare sul nostro sito, accetti l’utilizzo dei cookies per misurare l’audience del nostro sito e proporti contenuti adattati ai tuoi centri d’interesse. Clicca qui per saperne di più

Accetto