Nessun prodotto selezionato

LA RIAPERTURA DI SANTA MARIA DEL SUFFRAGIO A L’AQUILA

OLTRE IL TERREMOTO C’È VITA, OLTRE IL TERREMOTO C’È L’AQUILA


La chiesa di Santa Maria del Suffragio, detta delle Anime Sante, è il simbolo del terremoto in Abruzzo, quello che ha colpito L’Aquila nel 2009. È diventata molto famosa a livello internazionale poiché la sua cupola è crollata in mondovisione. Per uno strano scherzo del destino, questa Chiesa è stata eretta nel 1713 a suffragio delle vittime di un altro devastante terremoto nella città abruzzese, quello del 1703. Nel XVIII° secolo tale evento sismico distrusse buona parte della città, ma non la voglia di vivere dei suoi abitanti, che rovesciando la tragedia in opportunità, diedero il via a un profondo rinnovamento architettonico cittadino. Con l’occasione, infatti, L’Aquila divenne un centro artistico di grande fermento, attirando artisti, architetti e manovalanze da ogni parte di Italia. La stessa Chiesa di Santa Maria del Suffragio, opera del romano Carlo Buratti e realizzata da manovalanze milanesi, rappresenta il primo edificio ecclesiastico barocco della regione abruzzese.


L'Aquila ricostruzione post-terremoto della Chiesa di Santa Maria del Suffragio, anche detta delle Anime Sante


LA FOGLIA ORO MANETTI ACCENDE GLI INTERNI DELLA CHIESA DELLE ANIME SANTE


Così come allora si è ripartiti dalla Chiesa delle Anime Sante, così oggi. Grazie a un finanziamento congiunto del governo Francese e del Governo Italiano, è stata totalmente ripristinata l’architettura, si è completamente ristrutturato gli interni e si è interamente ricreato l’apparato di stucchi e dorature di origine barocca. Giusto Manetti Battiloro ha firmato con la propria foglia oro la rinascita di questo simbolo abruzzese. All’evento di riapertura hanno partecipato il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella e la ministra francese degli Affari Europei, Nathalie Loiseau. Mille bambini hanno fatto volare in cielo palloncini neri e verdi, i colori simbolo della città. C’è aria di libertà a L’Aquila. Le tracce dei danni del terremoto non sono state cancellate, ma la voglia di vivere dei suoi cittadini e, soprattutto, dei suoi bambini le sta affievolendo.


La Chiesa di Santa Maria del Suffragio, anche detta delle Anime Sante, dopo la ricostruzione


L’AQUILA E L’ABRUZZO DOPO IL TERREMOTO


Come la Chiesa delle Anime Sante, molte opere cittadine sono già tornate a risplendere dopo i lavori di restauro. È il caso della fontane delle 99 cannelle, che sgorga dal 1272 e che è stata completamente ripristinata grazie all’intervento del Fondo per l’Ambiente Italiano (FAI). Se siete interessati a contribuire alla ricostruzione di questa città e di questa regione, potrebbe essere un’ottima idea progettare qui le prossime vacanze. Passeggiando per le vie del centro, gustando i sapori locali, ammirando il Forte Spagnolo, il Museo Nazionale d’Abruzzo, la Basilica di Santa Maria di Collemaggio, l’anfiteatro romani di Amiternum, il Castello di Ocre e molte altre bellezze, si può contribuire alla rinascita di questa splendida gemma incastonata nel cuore dell’Italia. La chiesa di Santa Maria del Suffragio è tornata più bella di prima e così accadrà a L’Aquila.


Fontana delle 99 cannelle - L'Aquila

 

security-shield-lock-128

Informativa Cookie

Continuando a navigare sul nostro sito, accetti l’utilizzo dei cookies per misurare l’audience del nostro sito e proporti contenuti adattati ai tuoi centri d’interesse. Clicca qui per saperne di più

Accetto