Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Certificazioni
Eventi e news
Gallery
Gilding academy
In evidenza
Produzione
Responsabilità
Storia
Wikigold
0
MENU

Come applicare la foglia con la doratura a missione
La tecnica perfetta per dorare in modo semplice e pratico

La doratura a missione è perfetta per l’applicazione della foglia in metallo prezioso o imitazione su superfici poco mosse e non troppo porose. Non prevedendo complesse fasi di preparazione preliminare, è una tecnica relativamente semplice e significativamente meno laboriosa rispetto alla doratura a guazzo. Il suo nome deriva dal collante, o missione, utilizzato per far aderire la foglia alla superficie da dorare. La tipologia e la composizione dei collanti variano in base al materiale su cui viene fatta l’applicazione: parleremo pertanto di doratura a missione all’acqua, doratura a missione all’alcool (solvente) e doratura a missione a vernice (oleosa). Ciascuna di esse richiederà tempi diversi di doratura. L’utilizzo della missione non consente di norma la fase della brunitura, pertanto – a doratura ultimata – la foglia risulterà meno brillante rispetto ad un’applicazione con la tecnica del guazzo. È inoltre consigliabile proteggere sempre la foglia applicata con la doratura a missione, così da garantire una sua maggior resistenza nel tempo. La tipologia di protezione da utilizzare varierà a seconda del materiale di cui è composta la superficie da dorare (legno, plastica, vetro, metallo, etc…), dell’ambiente in cui viene eseguita la doratura (interno o esterno) e del metallo utilizzato (foglia in metallo prezioso o imitazione).

Tipologie di missione ed applicazioni

La missione all’acqua è particolarmente indicata per superfici a media porosità, come il legno, il gesso, lo stucco e la carta. La missione all’alcool è perfetta per superfici lisce e compatte come il metallo, la plastica e il vetro. Entrambe sono indicate per la doratura in interni. La missione a vernice è invece la soluzione ideale per dorature in ambienti esterni ed è adatta sia alle superfici compatte (come quelle del vetro o del metallo) sia a superfici più porose (come il legno o la pietra). Per le dorature in esterno si raccomanda di utilizzare sempre e solo la tecnica della doratura a missione e di impiegare esclusivamente la foglia d’oro zecchino.